lunedì 1 febbraio 2021

Risotto al karkadè e salmone affumicato

La ricetta di questo risotto al karkadè e salmone affumicato ha preso corpo nella mia mente osservando il meraviglioso colore della tisana dalle innumerevoli proprietà benefiche che sorseggio un paio di volte a settimana. Mi sono chiesta perché non provare a portare questo sapore e questo rosso così intenso in una ricetta? E così trascorsa qualche settimana ho voluto osare. Il sapore leggermente acidulo del karkadè si sposa perfettamente con il salmone che apporta al piatto quella nota affumicata che ci piace tanto.

risotto-al-karkadè-e-saòmone-affumicato
Risotto al karkadè e salmone affumicato

martedì 12 gennaio 2021

Le parole che non ti ho detto

Le parole che non ti ho detto, quelle che non riesco a pronunciare ed i pensieri ed i sentimenti che si affollano e provo in tutti i modi a non elaborare. Poco più di tre mesi senza te mamma e quasi  quattro senza te, papà... Chi avrebbe mai pensato a tutto questo... Forse non mi stupisce che vi siate presi per mano dopo 49 anni vissuti insieme e 50 anni d'amore, forse il tuo cuore da lottatrice non ha voluto reggere a quell'assenza e probabilmente entrambi non potevate passare un Natale lontani l'uno dall'altra dopo averlo vissuto per così tanto tempo sempre insieme... Il dolore però resta a noi, quell'enorme voragine, quello squarcio dovuto alla incolmabile assenza e quel vuoto che solo grazie all'amore del mio tesoro riesco ad oltrepassare.

Mi ricordo il giorno in cui ci preparavamo per darti il nostro ultimo saluto terreno, ho voltato lo sguardo ed ho visto un letto colmo di vita, la vostra eredità ed il vostro essere in qualche modo immortali attraverso i nostri figli, e lo sai, ho sorriso perchè voi  indubbiamente eravate lì tra loro.

Perdonami mamma se non trovo le parole per dire quanto fossi una donna straordinariamente generosa ed infinitamente buona, capace di fare mille ed ancora mille altre cose come nessuna ormai, tu, la mia mamma ineguagliabile ed insostituibile. Perdonami se non sono stata e non sono una figlia perfetta ma so che puoi leggere il mio cuore e questo mi è in qualche modo di conforto affinchè tu sappia chi sono e cosa provo realmente. 

Chiudo gli occhi e vi vedo entrambi nei gesti ripetuti - che spero divengano anche i miei - vedo i vostri occhi, i vostri sorrisi e le vostre mani che ci hanno cullato, cresciuto, amato, sollevato e so, spero - deve essere così - che vi troviate in un altrove, una dimensione che forse poi così tanto lontana da noi non è e ci tenete ancora per mano...

matrimonio-mamma-e-papà

Mamma, continuerò a cercarti... tu bussami proprio come hai fatto in questo istante, ora che provo a scrivere senza schemi e senza riflettere su di te ed una stella è caduta dal mio centrotavola che nessuno ha toccato. L'ennesima stella che giunge quando meno me lo aspetto mandata dai nostri raccoglitori di stelle in cielo.


martedì 20 ottobre 2020

Di spade, mulini al vento, di morte e della vita

L'ultima cosa che mi hai lasciato papà me l'hai insegnata ora che non ci sei più... Quasi un mese senza... quasi un mese dopo... Ho iniziato a sorridere, mi sono sorpresa a ballare con mio figlio col cuore leggero e libero da ogni peso e dolore, a iniziare a piangere per poi asciugare le lacrime e continuare a vivere. 


Se chiudo gli occhi vedo le mie dita che stringevi dentro la tua grande mano con la consapevolezza che il tempo che ci restava insieme era fin troppo poco. Non è stato sempre rose e fiori tra noi due papà ma eravamo forse troppo simili ed arrabbiati con quello che non ci è mai apparso giusto e onesto del mondo... Due lottatori e sognatori che impugnavano impavidi e testardi le loro spade contro mulini al vento diversi ma coi medesimi  valori. Mi piace credere che ora tu possa leggere tutto di me, sopratutto quello che a parole non sono mai riuscita a farti comprendere... 


Mi hai insegnato che non si può e non ci si deve sentir morti quando si è ancora vivi, che anche a 92 anni  la vita va presa di petto e vissuta pienamente ed intensamente giorno dopo giorno - come facevo un tempo anche io e come ho smesso di fare - che la vita non era mai troppa e che di finirla lì su quel letto non ne avevi alcuna intenzione.


Ti prometto che smetterò di chinarmi agli eventi che arrivano uno dietro l'altro per spezzarmi, di sprecare il mio tempo a chiedermi il perché certa gente voglia vedermi crollare e fallire, smetterò di posare il mio sguardo su chi per me non ha il benché minimo valore perché sì, io non sono affatto migliore ma nessuno a questo mondo ci è "superiore" soprattutto chi vuol vederci affondare per non annegare... Che io sono la "forestiera" e oggi la forestiera vi urla che la considero la "nostra" fortuna migliore. Che di soldi non ne ho tanti ma di cose da raccontare  e tramandare ne ho a vagoni ed è tutta roba di una vita vissuta sulla mia di pelle e non il mero riflesso della vita di altri... Che le mie urla di disperazione  e dolore d'ora in poi saranno le chiassose risa di oggi e del domani. Perché di spazzatura sono state riempite le mie vesti ma non la mia anima. Che se ho dato cuore, tempo e fiducia e ho ricevuto in cambio calci non sono obbligata a restare e pagarne sempre e solo pena. 


Mi presento sono Vita: madre, compagna, figlia, zia, sorella, amica, cantante, foodwriter, Bimby Community Star, attrice, speaker radiofonica, volontaria, fotografa, grande rompicoglioni, matta, sensibile, solare, sincera, distratta, pasticciona, goffa, creativa, siciliana fino al midollo e fino all'ultimo dei respiri. Imperfetta in tutto e non in cerca di perfezione. Temprata come la mia terra forgiata dal sole, dall'acqua e dal fuoco e la tempesta che ho attraversato per arrivare fino a qui mi ha resa una donna che ancora oggi può guardarsi allo specchio senza provare nessun tipo di vergogna per il proprio essere interiore. 


Questo mi hai insegnato: la vita va vissuta ogni santo e singolo giorno senza esserne mai stanchi, sazi ed ebbri.


Questo è quello che ho imparato da me: che essere soli - in certe circostanze - è la scelta migliore. 


Che l'amore è l'amicizia vera non manca, non mancano mica papà! 


❤️ #èbellomorderelavita

Amore