venerdì 29 settembre 2017

Mosto cotto d'uva, ricetta siciliana e di famiglia del vincotto

La ricetta del mosto cotto, quella della mia famiglia e super collaudata è semplicemente un oblio per l’olfatto ed il palato. Perfetto per la preparazione di dolci come biscotti e torte ha inoltre innumerevoli proprietà curative. Ogni anno, dopo la vendemmia mia madre ne preparava qualche litro in un pentolone per poi deliziarci con degli gnocchetti dolci fatti con farina e cotti al suo interno.

mosto-d'uva-cotto
mosto cotto di uva, come prepararlo in casa




La lista degli ingredienti


3 litri di mosto d'uva, per me rosso
3 stecche di cannella
3 foglie di alloro
1 mandarino, anche verde o 1 cucchiaino abbondante di scorza essiccata
1 cucchiaio di chiodi di garofano
semi di finocchio selvatico
un cucchiaio colmo di cenere
1/2 baccello di carruba, facoltativo


Prepariamo insieme...
  1. Filtriamo il mosto di uva con un colino a maglie fitte e versiamolo in una pentola capiente.
  2. Uniamo le spezie, il mandarino (o un arancio) e la cenere ben chiusa in un fagotto di cotone.
  3. Cuociamo a fuoco dolcissimo sino a che il nostro mosto cotto si sarà ridotto di un terzo. Spegniamo la fiamma e lasciamo raffreddare. Filtriamo e versiamo in una bottiglia di vetro che andarà conservata al riparo dalla luce.


Proprietà del mosto cotto

Grazie alla caramellizzazione degli zuccheri presenti nell'uva il mosto cotto rappresenta una fonte inesauribile di antiossidanti ed è perfetto per combattere raffreddore e tosse.


...about me
Ricordo ancora le preparazioni che sapientemente i miei facevano ogni anno, dei litri di mosto nel calderone alimentato a brace per cuocere la mostarda d'uva ed i mostaccioli cotti nel vincotto... e non ho nessuna voglia di dimenticare queste tradizioni ma desidero riviverle perché la tradizione della cucina italiana è quella che ha valicato i secoli ed ancora oggi nessuno riesce a fare senza... tutti noi amiamo la cucina che profuma di buono, di famiglia e di casa...

2 commenti:

  1. E' buonissimo il mosto cotto. L'ho sempre mangiato ma mai fatto... che questa sia la volta buona?
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Manu, spero di sì. Io sono anni che rimando ma finalmente sono riuscita a procurarmi il mosto. Un grandissimo abbraccio ed a presto!

      Elimina

Non perderti una ricetta, iscriviti all newsletter per ricevere contenuti esclusivi!