mercoledì 19 ottobre 2016

La frittata di salsapariglia, dal campo alla tavola

La salsapariglia è una pianta commestibile spontanea che cresce nelle zone ombrose lungo le stradine di campagna e dei boschi ed oltre che buona è semplicemente bellissima da ammirare con i suoi grappoli simili a dell'uva piccola e rossa e le sue foglie a forma di cuore allungato.
Qualche domenica fa mi sono concessa un lunga passeggiata lungo i sentieri che si trovano in zona visto che degli asparagi selvatici avevano catturato la mia attenzione passando in auto, così insieme ad un mazzolino di questi ho portato in casa dei germogli indecisa se riproporli con la provola affumicata o farne qualcosa di nuovo. Ed indovinate un po'?! Visto che sono sempre in cerca di nuovi stimoli e sapori nuovi ne ho fatto una ricetta facile e veloce.
Ed ecco che ne è venuta fuori una squisita frittata di salsapariglia finita in un batter di ciglia!


frittata-salsapariglia
Frittata di salsapariglia




La lista degli ingredienti

80 grammi di germogli teneri di salsapariglia
4 uova grosse
2/3 cucchiai di latte
2 cucchiai rasi di parmigiano reggiano
olio evo
sale 


Prepariamo insieme la frittata di salsapariglia
  1. Laviamo i germogli di salsapariglia e scottiamoli in acqua salata bollente per tre o quattro minuti. Scoliamo e tagliamo grossolanamente con una mezzaluna.
  2. In una ciotola lavoriamo con la forchetta le nostre uova con il latte, il formaggio grattugiato e saliamo.
  3. Versiamo i germogli di salsapariglia in un gira-frittata in olio bollente, distribuiamoli uniformemente sul bordo e versiamo l'uovo sbattuto.
  4. Giriamo la frittata con la salsapariglia quando si sarà dorata per completarnente la cottura su entrambi i lati e serviamo.

Proprietà della salsapariglia nostrana


Le radici della salsapariglia nostrana (Smilax aspera) vengono utilizzate sotto forma di decotti e tisane per contrastare artrite, gotta e reumatismi, nonchè l'asma e l'eczema. Tra i tanti principi attivi di cui è ricca troviamo calcio, potassio e tannini.

Controindicazioni

Un consumo eccessivo può provocare irritazione alla mucosa gastrica.



❝ A piedi vai veramente in campagna:prendi sentieri, costeggi le vigne, vedi tutto.C’è la stessa differenza che guardare un acqua o saltarci dentro ❞
Cesare Pavese

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento e/o richiesta di chiarimento è gradito. Per risposte veloci scrivimi sulla pagina fb poiché ricevo le notifiche. Seguitemi per altre ricette iscriviti con GOOGLE per ricevere tutti gli aggiornamenti. Grazie ❤️